Continuità e discontinuità del dibattito intorno all’arte fascista nella riflessione critica di Toti Scialoja e nella querelle con Renato Guttuso (1944-1947)

Autori

  • Michela Morelli Università di Perugia

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2531-9876/8472

Parole chiave:

Arte Fascista, Realismo, Pittori Comunisti, Arte e politica, Dopoguerra

Abstract

Il saggio intende prendere in esame l’attività critica di Scialoja tra 1944 e 1947, anni in cui l’artista dalle colonne di «Mercurio» procede a una precoce e particolare sintesi critica del trentennio precedente alla ricerca di una linea italiana e internazionale della pittura non scevra di una lucida disamina dell’arte e del dibattito nel periodo fascista. L’obiettività con cui Scialoja dichiara la scissione dell’artista dall’uomo civilmente e politicamente impegnato, sancendo così la necessità di una religione artistica in luogo di quella politica fondamentale per le teorizzazioni di epoca fascista, contrappone la sua posizione a quella dei pittori comunisti. Di particolare interesse è dunque ripercorrere le fasi di questa polemica interna alla medesima area politica e consumata sulle pagine delle riviste (da «Mercurio» a «Rinascita» dove Guttuso attacca le posizioni di Scialoja) con sullo sfondo il fervore espositivo della Roma post-bellica e la querelle sul realismo (prima dell’affacciarsi del neo-cubismo e del neo-espressionismo), che precocemente palesa la persistenza di tematiche, terminologie e problematiche direttamente ereditate dal dibattito sull’arte fascista dipanatosi a partire dal 1926. Il saggio intende analizzare queste istanze in ottica comparativa evidenziando continuità e discontinuità in un arco temporale ancora libero da una rigida normalizzazione storiografica e dunque utile alla comprensione dei successivi sviluppi dell’arte e della critica.

Downloads

Pubblicato

2018-07-01

Come citare

Morelli, M. (2018). Continuità e discontinuità del dibattito intorno all’arte fascista nella riflessione critica di Toti Scialoja e nella querelle con Renato Guttuso (1944-1947). Piano B. Arti E Culture Visive, 3(1), 38-51. https://doi.org/10.6092/issn.2531-9876/8472