Rifondare la cultura. Motivi ispiratori dell’arte degli anni Trenta attraverso la rivista «Valori Primordiali»

Autori

  • Elena Di Raddo Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2531-9876/8985

Parole chiave:

fascismo, modernismo, antimodernismo, muralismo, arte e società

Abstract

Il concetto di “rifondazione” è alla base di parte della cultura dell’epoca fascista. La proiezione verso il futuro, nella proposta di una nuova modernità alternativa presente nel pensiero di alcuni protagonisti della politica culturale degli anni Venti e Trenta, quali Giuseppe Bottai, Antonio Pagano, Sergio Panunzio e della letteratura, quali Massimo Bontempelli e Filippo Tommaso Marinetti, si pone in relazione con i “miti” e le idealità del lontano e più recente passato: dall’originario primordiale alla rivoluzione francese. Nell’opera di alcuni artisti italiani degli anni Trenta il connubio moderno-antimoderno può essere assunto quale chiave di lettura di una comune matrice culturale che supera le convenzioni e gli stereotipi e che permette di andare non solo oltre la distinzione astratto e figurativo, ma anche oltre le categorie di avanguardia e di ritorno all’ordine. Tali concetti possono essere esemplificati attraverso l’esperienza della rivista «Valori Primordiali» e del Gruppo Primordiali Futuristi, che dimostrano come alcuni motivi ispiratori dell’arte, della letteratura e dell’architettura degli anni Trenta, al di là delle convinzioni politiche individuali, ponessero al centro il tema appunto della “rifondazione” della cultura e della società. In tal senso si spiega anche la promozione di un’arte “a vocazione sociale” come quella murale. I principi ispiratori di tale rifondazione, che vedono l’arte come una chiave di lettura del mondo, con le necessarie differenze ideologiche, possono essere messi in relazione con quanto avverrà negli anni a seguire, soprattutto in quelli in cui il rapporto arte-società diventerà imprescindibile nelle forme, per citare una formula della Biennale del 1976, di arte “come ambiente sociale”.

Downloads

Pubblicato

2019-01-30

Come citare

Di Raddo, E. (2019). Rifondare la cultura. Motivi ispiratori dell’arte degli anni Trenta attraverso la rivista «Valori Primordiali». Piano B. Arti E Culture Visive, 3(1), 106-123. https://doi.org/10.6092/issn.2531-9876/8985